Mercato metropolitano di porta Genova

Ieri mattina ci siamo alzati presto, per cause di forza maggiore (vedi Alessandro che in settimana non si vuole mai svegliare ma nel weekend alle 7.30 è in piedi!) e quindi ci siamo voluti godere tutta la mattinata.

Io sono davvero una pigrona, non mi vorrei mai alzare dal letto, ma devo dire che avere tutta la mattina a disposizione non è affatto male. C’è molto più tempo da trascorrere insieme e poi la mattina molta gente resta in casa propria e così ci si muove più agevolmente.

Abbiamo dunque deciso di fare due passi sul naviglio, a Milano, eravamo curiosi di vedere la nuova darsena sistemata in porta Genova fino ad arrivare al Mercato metropolitano.

IMG_8767

Bè, devo dire che passeggiare lungo il naviglio sistemato e ripulito è davvero piacevole. Non sembra nemmeno di essere a Milano, socchiudendo gli occhi mi sembra quasi di essere in una di quelle cittadine olandesi che io e il mio compagno abbiamo tanto amato durante il nostro viaggio in Olanda.

mm7

Terminata la passeggiata sul naviglio siamo arrivati al mercato comunale, uno spazio industriale con un enorme esterno allestito con bancarelle dove potersi gustare specialità italiane, un market dove acquistare prodotti biologici e uno spazio di vendita di frutta e verdura. In tutto lo spazio (sia interno che esterno) è possibile fermarsi a mangiare o semplicemente a riposarsi.

mm6mm4mm2

Il luogo è davvero carino e ben curato. All’interno le postazioni dove poter acquistare un’otttima piadina romagnola, fritti, hamburger o carne ed un market con prodotti biologici e libri di cucina.

mm3mm1

All’esterno un’azienda agricola vende frutta e verdura freschissima.

mm5IMG_8778mm8

Noi ci siamo accomodati a mangiare e goderci la nostra mattinata milanese.

Annunci

6 pensieri su “Mercato metropolitano di porta Genova

  1. Un giorno spero di non sentire più “non sembra nemmeno di essere a Milano”.. come se questa città fosse il male, il fatuo, la bruttezza. La soddisfazione è che proprio questa è una delle frasi più usate per descriverla. Per fortuna. E lo dice una milanese che vede e vive tutti i limiti e i difetti di questa città. So che c’è di meglio, ma c’è tanta storia qui, tanta sostanza, e sono contenta che le si dia una chance per conoscerla, fosse anche solo per una passeggiata e un pranzo in famiglia.

    ps: non sono ancora passata al MM.. avete per caso provato il fritto misto? Ho visto delle foto su Instagram e da allora non penso ad altro.

    • Il mio era semplicemente un paragone, io amo Milano, i suoi cambiamenti e la sua evoluzione. C’è da dire che i navigli ultimamente erano davvero degradati e poco valorizzati a mio parere e vedere questa metamorfosi in un luogo che fino a poco fa era totalmente diverso, mi ha subito riportato alla mente altri paesaggi diversi da quello Milanese.
      A Milano ci vivrei volentieri combatto a spada tratta quando sento qualcuno nominare i soliti cliché, questa mia frase non voleva essere un commento negativo relativamente alla città … anzi …

      No, non abbiamo mangiato il fritto ma quando l’ho visto passare nelle mani di una signora… devo dire la verità … mi sono pentita di aver scelto altro!

      • Lo so che non l’hai detto in senso spregiativo, e concordo anche sull’aspetto di darsena e navigli, che faceva stringere il cuore, ma quella frase fa male ogni volta. Da una vita vedo smorfie quando rispondo da dove vengo, per non parlare delle battutine e delle frecciate.

        Se parliamo di altri paesaggi, quando sono stata ad Amsterdam mi sono vergognata di come si sia miopi qui e di come lì si sia riuscito a creare dei canali molto frequentati (pedoni, bici, auto, parcheggi) ma il tutto in estrema armonia. Per non parlare degli alberi, che rendono bello e fresco il contesto.
        Anche Copenaghen e, va beh, Parigi col Canal St.Martin e con il sistema francese di canali navigabili, sanno cosa vuol dire avere la fortuna di avere dell’acqua portata artificialmente in città e hanno sfruttato al meglio le possibilità che natura e tecnica gli hanno dato. Speriamo che prima o poi si torni a pensare in grande anche qui.

        Allora, la prossima volta, fritto misto per tutti!!

  2. A dire il vero Amsterdam è stata la città dell’Olanda che meno mi è piaciuta, per Milano alzo il tiro e la paragono ai canali della moderna Rotterdam o Maastricht o a quei paesini in cui i corsi d’acqua erano valorizzati esteticamente parlando in modo abbastanza (sottolineo abbastanza) simile a quello di Milano.
    Da profana direi che a me Milano sembra perfetta nella sua evoluzione attuale, nonostante le sempre presenti critiche di chi secondo me nemmeno pensa prima di parlare e vuole continuare a mantenere lo stesso pensiero senza motivazioni su questa città…

    Certo, ovviamente! (x il fritto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...