Arrivederci amore ciao.

L’avrete sicuramente notato, è parecchio tempo che non sono presente qui.

In questo periodo, nonostante io sia sempre la stessa, sono cambiate molte cose, soprattutto per quanto riguarda i miei progetti.

Ci ho messo molto tempo, ho riflettuto prima di prendere una decisione ma poi ho pensato di scrivere questo ultimo post su Babyhomeandme per salutare e per spiegare.

Da tempo credo che questo spazio non mi appartenga come all’inizio, avevo voglia di qualcosa di diverso, di fresco, e avevo bisogno di focalizzare le mie energie su un’unica cosa.

Da tempo con il mio compagno abbiamo dato sfogo alle nostre passioni per grafica, decorazione e design,tramite un negozietto online, Laboratoriografico, che necessita di molte risorse per mantenerlo come vogliamo, per farlo crescere.

Ho deciso di dedicarmi prima su tutto a quel progetto e di farlo diventare qualcosa di più di un semplice negozio. In questi mesi abbiamo preparato il sito e, data la mia voglia di scrivere, di ricercare cose sempre nuove, abbiamo deciso di inserire un blog.

Il mio quindi non è un addio, è un trasferimento… e la sensazione è proprio quella. Come quando imballi tutto per andare in una nuova casa, la tua, come la sognavi da molto, lasciando però un pezzettino di cuore nel passato.

Manterrò il mio profilo Instagram dove potrete seguire tutte le mie peripezie!

Quindi, se vi piace leggermi mi troverete qui con nuovi post sul design, ricette, bimbi, casa e tutto il resto. Vi accolgo con il nuovo post , qualcosa di speciale per coccolare i vostri ospiti!

il_fullxfull.871248409_ldjz

Una ciambella

THE

Chi mi conosce almeno un pochino sa che a casa mia un dolce non manca quasi mai, soprattutto nel weekend.

Mi piace prepararli, per traguardi importanti miei o di chi conosco, per non pensare, per divertirmi o per condividere un momento speciale con mio figlio.

A volte elaborati, a volte semplici ma preparare un dolce è per me davvero un piacere. Soprattutto nella stagione invernale.

La ricetta che pubblico oggi ha molti anni, forse lo si può intuire dalla sua semplicità. E’ una ciambella bicolore, morbidissima e che si scioglie in bocca. Tra le altre cose non è adatta anche a chi non tollera il latte visto la mancanza di latticini al suo interno.

 

INGREDIENTI:

3 uova

250 gr di zucchero

130 gr di acqua

130 gr di olio

1 bustina di lievito

250 gr di farina

2 cucchiai di cacao amaro

 

Unire gli ingredienti uno alla volta (tranne il cacao amaro) e sbattere con le fruste elettriche.

Dividere a metà l’impasto e a una delle due parti unire i due cucchiai di cacao amaro in modo da ottenere una metà al cacao e una normale.

Imburrare uno stampo a ciambella e versare i due composti creando una ciambella variegata.

Infornare a 180° per 50 minuti.

 

Per una variazione sul tema, se una semplice fetta di ciambella non vi basta, potete servirla con del gelato o versandoci sopra della cioccolata.

IMG_1068 IMG_1069

 

 

Scambiare libri, scambiare sogni

Ritorno, dopo 4 giorni di reclusione casalinga e respirare l’aria fuori casa non mi è mai sembrato cosi bello. Maledetta influenza.

Ritorno con una cosa davvero carina, che mi è piaciuta molto e a cui ho subito accettato di partecipare. So che ormai sta girando nel web e avrei voluto arrivare prima.

Sto parlando di uno scambio di libri per bambini. Chi vuole partecipare con me?

Ecco come funziona:

Cerco 6 mamme che vogliano partecipare con me: lo scambio consisite nell’inviare 1 libro a un bambino e il vostro bimbo ne riceverà 36. Lo trovo fantastico. Secondo me è bellissimo ricevere libri che altre mamme hanno scelto per il nostro piccolo. Chi vuole partecipare? Non conta l’età del vostro bimbo, non vi preoccupate, riceverà libri adatti a lui! Conta il crederci e l’essere corrette. Se volete partecipare scrivetemi nei commenti e vi spiegherò tutte le regole in privato.

Io partecipo perchè amo i libri, Alessandro li ama, ne leggiamo tantissimi e non ci stanchiamo mai!

Tempo fa scrissi un post su i suoi preferiti, lo trovqte qui, ma mi rendo conto che è arrivato il momento di aggiornarlo e lo farò presto!

Partecipate?

 

12122769_10206700578506023_3726419327410021429_n

Grazie a mammamatta per l’immagine!

 

Un bambino tatuato

Avreste mai pensato che un bambino di 2 anni e mezzo possa volere dei tatuaggi? Io no, credevo che la domanda sarebbe slittata almeno fino al compimento dei 18 anni!

E invece …

Alessandro è davvero patito di tatuaggi, intendo quelli per bambini, removibili. Nella ricerca di qualcosa che fosse diverso da quello che offrono le edicole o i negozi di giocattoli mi sono imbattuta in alcuni marchi davvero interessanti.

Primi tra tutti, e nostri preferiti, ci sono quelli di Londji, azienda spagnola produttrice di giocattoli bellissimi che ricordano quelli del passato. Semplici ma dal design per me accattivante. I loro tatuaggi sono a base di inchiostri vegetali, durano moltissimo tempo e si tolgono con l’aiuto di un po’ d’olio e un batuffolo di cotone. Ce ne sono per tutti i gusti ma Alessandro adora quelli a tema automobilistico.

Cattura

Altro marchio tutto italiano di tatuaggi temporanei è Tittooforyou che offre una selezione di immagini adatte sia ai bambini che agli adulti. Una cosa bellissima? Potete chiedere che vi realizzino un tatuaggio personalizzato!

bloggif_563727a81d4f8Un’altro marchio di cui acquistare tatuaggi davvero carini sia per bambini che per adulti è Tattyoo. L’estetica è davvero stupenda e il design molto minimale e raffinato.

Tattyoo-Circus_61975067-85a0-46d4-b4c1-96e2d06db282_largeQuindi al bando i tatuaggi appiccicosi per bambini … questi sono davvero adorabili!

IMG_0992

 

Rialzarsi.

Rialzarsi.

Ecco il motivo della mia assenza, il bisogno di ritrovare il quotidiano che a un certo punto ti accorgi di non considerare nemmeno più. Gli impegni, le tensioni, le mancanze … a volte ti fanno dimenticare davvero chi sei e quello che stavi facendo e ti portano in un mondo parallelo, confuso.

A volte è necessario cadere e rialzarsi, senza per forza stare in equilibrio quando non hai più voglia di farlo.

A volte è necessario dire mi manchi.

A volte è necessario non fare tutto quello che vorresti, ma fare solo quello per cui vale la pena di utilizzare del tempo.

A volte è necessario non sentirsi solo una mamma, una lavoratrice, una compagna … ma tornare a sentirsi se stessa.

A volte è necessario pretendere qualcosa per sè senza doverlo condividere con nessuno.

A volte è necessario ascoltare le parole di una canzone. Guardare una foto.

A volte è necessario staccare la spina e galleggiare in una vasca colma di acqua calda.

A volte è necessario rialzarsi, godersi le cose, i momenti e dividere i problemi in piccoli pezzi.

Io ci sono.

IMG_0834

Buonanotte piccolino

Per un certo periodo di tempo ho pensato che solo mio figlio alle 23.30 fosse impegnato a saltare sul letto mentre sua madre faticava a tenere le palpebre aperte.

Se parlando lo dici alle altre mamme loro rispondono, il mio invece … (come succede molto spesso quando le mamme si confrontano). A quel punto ho pensato che forse sbagliavo qualcosa ma non capivo cosa.

Alessandro fa il pisolino nel pomeriggio ma non riuscirebbe a rinunciarci.

Poi ho avuto un’idea, leggendo qua e la consigli sul web ho deciso che avrei allungato il rituale della nanna che già tentavo di mantenere con il mio piccolo ed è stato un successo. Di quelli che finalmente ti danno quel minimo di tempo per te la sera che ti sembra quasi un’eternità.

Quindi mamme e papà, se avete il mio stesso problema provateci, non sono medicinali e non costa nulla, o quasi.

Ecco i nostri tre semplici passi:

  1. Bagnetto caldo della durata di almeno 20 min. Nelle giornate peggiori aggiungo anche 5 gocce di olio essenziale di lavanda diluito in un cucchiaio di olio di mandorle. Questo bagnetto apparentemente per Alessandro è un gioco, lui fa finta di nuotare, butta l’acqua in giro ma nonostante tutto ha il suo potere rilassante;
  2. Alla fine del bagnetto Mr. Ale dice “STORIE” e quindi io e suo papà ci mettiamo vicino a lui e ci rilassiamo leggendo le storie che più piacciono al nostro mostriciattolo. Cappuccetto Verde e Cappuccetto Giallo di Munari ci sono sempre …
  3.  LATTE! Ed è questo il passaggio con cui si conclude il rituale.

Alessandro resta comunque un bambino che non va a letto alle 20.30, nemmeno io lo sono mai stata e tutto sommato non lo trovo sbagliato dato che vede i suoi genitori dalle 18.30 in poi, ma nella maggior parte dei giorni alle 22.40 posso cantare vittoria!

E voi? Come fate con i vostri bimbi?

IMG_0533

Parco della preistoria

Ieri è stata davvero una bellissima giornata, con degli amici siamo stati al parco della preistoria di Rivolta D’Adda e Alessandro, come gli altri bambini si sono divertiti moltissimo.

IMG_9773

All’interno di una superfice totalmente naturale di 10 ettari si snoda un persorso, fattibile a piedi o con il trenino, costellato 50 ricostruzioni di dinosauri in ordine temporale. Oltre ai dinosauri si possono ammirare animali e specie naturali di diverso tipo.

IMG_0481IMG_0482

Noi abbiamo preferito fare il percorso a piedi, è abbastanza lungo ma per nulla faticoso. I bambini erano davvero felicissimi di scoprire ogni angolo del parco e non essendoci pericoli hanno potuto muoversi in libertà. Infine ci siamo concessi anche un giro in trenino.

IMG_9749

Un’altra cosa davvero carina è stata il labirinto, piccolo e semplice, adatto a tutte le età.

IMG_0491

La domeenica è stata perfetta e Alessandro ancora oggi guarda orgoglioso la mappa del parco indicando tutti i dinosauri che abbiamo visto.

IMG_9752