Un salto da me, home sweet home

Finalmente riesco a scrivere un post sulla casa, arredi, accessori e decorazioni. L’argomento mi piace e interessa molto, quasi da sempre, e lo stesso è per il mio compagno.

E’ ormai trascorso un anno da quando ci siamo trasferiti nella nostra prima casa acquistata e direi che non vorrei mai tornare alla casa in cui ero in affitto. Questa è fatta apposta per noi, seguendo i nostri desideri e lo sentiamo. Abbiamo avuto la bellissima opportunità di scegliere come suddividere gli ambienti e di pensare gli arredi come più li avremmo amati.

Si tratta di un appartamento su due livelli, di cui uno mansardato, dove è localizzata la zona notte.

Soprattutto nella zona giorno abbiamo preferito lasciare tutto il più aperto possibile, volevamo parlare mentre cuicinavamo e giocavamo sul tappeto con nostro figlio, volevamo tanta luce ovunque … e direi che abbiamo relizzato i nostri desideri.

DSC_8550DSC_8541

Per la cucina le parole d’ordine sono spazio per lavorare (amiamo cucinare quando possiamo) e bianco!

DSC_8558DSC_8601

Abbiamo prediletto il colore bianco, per giocare con i colori di stampe e accessori e scelto linee il più possibile pulite. Con qualche trucchetto siamo riusciti a nascondere quello che meno volevamo far vedere come lavatrice e asciugatrice o il corridoio che porta al bagno.

DSC_8570

Untitled design

E dietro la porta nascosta si trovano l’angolo lavanderia e il bagno.

DSC_8628DSC_8621

Saliamo le scale per raggiungere la zona notte.

Abbiamo scelto di dividere questa zona in due camere oltre al bagno, che però non hanno muri di suddivisione ma a separarle è solamente la cambina armadio, questo perchè volevamo lasciare il tetto a vista, senza muri che lo tagliassero.

DSC_8665

La camera di Alessandro, che stiamo ancora ultimando, ospita dal lato opposto anche la scrivania dove spesso lavora papà … e più raramente mamma.

DSC_8645DSC_8650DSC_8657Sia per la zona giorno che per la zona notte abbiamo utilizzato pochissimi arredi Ikea (mentre la casa in affitto era esclusivamente ikea) anche se ovviamente qualcosa non può mancare!

La camera matrimoniale è quella che ospita la cambina armadio ed è quella che ci ha fatto innamorare della vista che si gode da casa.

DSC_8749DSC_8754DSC_8704

E poi arriviamo al bagno, il più utilizzato siccome vicino alle camere.

DSC_8679DSC_8687DSC_8689DSC_8688

Cosa ne dite? Vi è piaciuto fare un giretto in casa mia?

Foto di Luca Bossi

Annunci

DIY – Parete di ricordi

Ultimamente, a casa, ci siamo dedicati a trovare una soluzione per decorare una parete che ci sembrava fin troppo vuota. Volevamo dare un minimo di personalità al bagno, senza comprare nulla di nuovo.

Abbiamo preso spunto da qualche immagine su Pinterest e deciso di creare un insieme di foto ricordo. A questo punto non sapevamo se attaccarle alla parete con degli scotch colorati, ma ci sarebbe dispiaciuto rovinare le foto, quindi abbiamo deciso di appenderle ad un filo!

L’occorrente per questo progettino è:

– Polaroid (queste le avevo fatte stampare qualche tempo fa sul sito Origrami, prendendo mie foto da Instagram);

– Mollettine in legno;

– Filo da pesca;

– Chiodini;

– Scotch colorato.

01

 

Bè, il procedimento è così facile che non necessita di vere istruzioni. Abbiamo semplicemente fissato il filo da pesca con i chiodini dato che lo scotch non era così forte da tenerlo ben teso una volta appese le foto.

Abbiamo poi ricoperto i chiodini con dello scotch colorato ed appeso foto e ritagli di carte grafiche, per spezzare.

Ho giò ordinato delle mollettine senza disegni perchè le preferisco, online se ne trovano a costi davvero contenuti!

Che ne dite del risultato??

02(1)03(1)

Photo by Luca Bossi