Arrivederci amore ciao.

L’avrete sicuramente notato, è parecchio tempo che non sono presente qui.

In questo periodo, nonostante io sia sempre la stessa, sono cambiate molte cose, soprattutto per quanto riguarda i miei progetti.

Ci ho messo molto tempo, ho riflettuto prima di prendere una decisione ma poi ho pensato di scrivere questo ultimo post su Babyhomeandme per salutare e per spiegare.

Da tempo credo che questo spazio non mi appartenga come all’inizio, avevo voglia di qualcosa di diverso, di fresco, e avevo bisogno di focalizzare le mie energie su un’unica cosa.

Da tempo con il mio compagno abbiamo dato sfogo alle nostre passioni per grafica, decorazione e design,tramite un negozietto online, Laboratoriografico, che necessita di molte risorse per mantenerlo come vogliamo, per farlo crescere.

Ho deciso di dedicarmi prima su tutto a quel progetto e di farlo diventare qualcosa di più di un semplice negozio. In questi mesi abbiamo preparato il sito e, data la mia voglia di scrivere, di ricercare cose sempre nuove, abbiamo deciso di inserire un blog.

Il mio quindi non è un addio, è un trasferimento… e la sensazione è proprio quella. Come quando imballi tutto per andare in una nuova casa, la tua, come la sognavi da molto, lasciando però un pezzettino di cuore nel passato.

Manterrò il mio profilo Instagram dove potrete seguire tutte le mie peripezie!

Quindi, se vi piace leggermi mi troverete qui con nuovi post sul design, ricette, bimbi, casa e tutto il resto. Vi accolgo con il nuovo post , qualcosa di speciale per coccolare i vostri ospiti!

il_fullxfull.871248409_ldjz

Annunci

Una cameretta da grandi in tre step

Oggi ritorno a parlarvi di crescita. Vi ho gia raccontato dello spannolinamento, con questo post parlo dell’ evoluzione della cameretta.

Io e il mio compagno abbiamo approfittato di un pò di tempo libero nel weekend e ci siamo messi all’opera per completare quelle piccole modifiche e adattare la cameretta di Alessandro alla sua età.

Abbiamo fatto tutto mentre il piccolo dormiva per fargli una sorpresa al suo risveglio.

Il primo passo è stato togliere un lato delle sbarre del lettino. In previsione di questo cambiamento avevamo acquistato da Ikea il lettino Gulliver, togliendo due viti si possono eliminare le sbarre e montare una barra che contiene il materasso. Abbiamo pensato a questo lettino per non fare troppi cambiamenti di letto e acquistare, solo quando questo sarà piccolo, il suo letto da grande!

02(1)

Secondo passo posizionare il tavolino, arrivato da pochi giorni, dove Alessandro potrà mettersi al lavoro con pennarelli, fogli, colla e sprigionare la sua creatività! Mancano ancora da montare le mensole porta libri.

03(1)

Terzo e ultimo step, molto importante, avendo le camere al piano superiore e una scala senza corrimano abbiamo deciso di montare il cancelletto. Il nostro bimbo è abituato a salire e scendere le scale ma per la notte non ci sentivamo tranquilli avendo la scala aperta.

Il nostro desiderio sarebbe stato infatti che se Alessandro si svegliasse durante la notte (a volte capita) ci avrebbe potuto raggiungere in autonomia nella nostra camera, per questo il cancelletto è stato fondamentale. Come riportano le istruzioni l’età massima di utilizzo sarebbe due anni ma per noi è solo una sicurezza.01(1)

Al suo risveglio dal pisolino pomeridiano Alessandro è stato felicissimo dei cambiamenti (eccolo qui mentre sorride in posa per la foto!)! Ha dormito molto volentieri nel suo nuovo lettino e di tanto in tanto ci raggiunge nel lettone. E’ bellissimo vederlo arrivare tutto scompigliato!

04(1)

Per sicurezza sotto al lettino abbiamo posizionato il materassino sottile del lettino da campeggio.

 

Un salto da me, home sweet home

Finalmente riesco a scrivere un post sulla casa, arredi, accessori e decorazioni. L’argomento mi piace e interessa molto, quasi da sempre, e lo stesso è per il mio compagno.

E’ ormai trascorso un anno da quando ci siamo trasferiti nella nostra prima casa acquistata e direi che non vorrei mai tornare alla casa in cui ero in affitto. Questa è fatta apposta per noi, seguendo i nostri desideri e lo sentiamo. Abbiamo avuto la bellissima opportunità di scegliere come suddividere gli ambienti e di pensare gli arredi come più li avremmo amati.

Si tratta di un appartamento su due livelli, di cui uno mansardato, dove è localizzata la zona notte.

Soprattutto nella zona giorno abbiamo preferito lasciare tutto il più aperto possibile, volevamo parlare mentre cuicinavamo e giocavamo sul tappeto con nostro figlio, volevamo tanta luce ovunque … e direi che abbiamo relizzato i nostri desideri.

DSC_8550DSC_8541

Per la cucina le parole d’ordine sono spazio per lavorare (amiamo cucinare quando possiamo) e bianco!

DSC_8558DSC_8601

Abbiamo prediletto il colore bianco, per giocare con i colori di stampe e accessori e scelto linee il più possibile pulite. Con qualche trucchetto siamo riusciti a nascondere quello che meno volevamo far vedere come lavatrice e asciugatrice o il corridoio che porta al bagno.

DSC_8570

Untitled design

E dietro la porta nascosta si trovano l’angolo lavanderia e il bagno.

DSC_8628DSC_8621

Saliamo le scale per raggiungere la zona notte.

Abbiamo scelto di dividere questa zona in due camere oltre al bagno, che però non hanno muri di suddivisione ma a separarle è solamente la cambina armadio, questo perchè volevamo lasciare il tetto a vista, senza muri che lo tagliassero.

DSC_8665

La camera di Alessandro, che stiamo ancora ultimando, ospita dal lato opposto anche la scrivania dove spesso lavora papà … e più raramente mamma.

DSC_8645DSC_8650DSC_8657Sia per la zona giorno che per la zona notte abbiamo utilizzato pochissimi arredi Ikea (mentre la casa in affitto era esclusivamente ikea) anche se ovviamente qualcosa non può mancare!

La camera matrimoniale è quella che ospita la cambina armadio ed è quella che ci ha fatto innamorare della vista che si gode da casa.

DSC_8749DSC_8754DSC_8704

E poi arriviamo al bagno, il più utilizzato siccome vicino alle camere.

DSC_8679DSC_8687DSC_8689DSC_8688

Cosa ne dite? Vi è piaciuto fare un giretto in casa mia?

Foto di Luca Bossi

Baby shopping – Kiddy Kabane

Forse molti di voi conosceranno già questo negozio di cui voglio parlarvi, ma c’è una novità che lo riguarda, non è più solamente online ma ha un punto vendita a Verona.

Kiddy Kabane è un negozietto per bambini, l’ho scoperto all’incirca un anno fa ed è stato subito amore. Vende il genere di cose che adoro tra giocattoli di legno, complementi per la cameretta, zainetti e set pappa.

Oltre a marchi abbastanza reperibili come Skip Hop e Ferm Living tratta anche articoli che non sono facilmente acquistabili in Italia, come quelli di Nobodinoz e Muskhane.

Ho avuto modo circa un mese fa di passare anche dal punto vendita Veronese e cosa dire … un’atmosfera fiabesca e ricercata in una casetta storica del centro. Tutto perfetto.

Per chi fosse in zona o ha voglia di visitare la bellissima Verona, il 20/09 dalle h. 18.00 ci sarà l’inaugurazione ufficiale del negozio! Sarà tutto bellissimo, ne sono sicura! Lo trovate in via Cadrega, 3 a pochi passi da Piazza delle Erbe.

Cattura

Decorare la casa

Quando si va in una casa nuova, dopo aver disposto gli arredi e sistemato tutto ci si rende conto che magari alcuni elementi decorativi che avevamo nella vecchia casa non ci piacciono più o non sono più il linea con quella nuova. Ci si rende conto che anche volendo un appartamento minimal ed essenziale magari un po’ di decorazione non nuoce … per me è stato così!

Guardandomi in giro ho pensato però che non avrei voluto nulla di banale, semplicemente qualcosa di diverso, di nuovo, di creativo.

Oggi vi parlo di tre modi per decorare la casa, due dedicati ai più grandi ( ma che vanno benissimo anche per la cameretta) ed uno più specifico per i piccoli!

Iniziamo da HOMEGRAM, secondo me  un’idea davvero geniale… proprio il genere di cose di cui mi innamoro!

Tramite questo sito potrete avere una frase, una parola, un logo, insomma quello che volete riprodotto in legno o acrilico. Il procedimento è molto semplice, nell’apposita sezione basta scrivere la frase o la parola, scegliere il carattere, il materiale, la grandezza delle lettere ed il gioco è fatto! Riceverete la vostra creazione a casa in breve tempo!

homegram_amour

Seconda idea sono le Lightbox di Leal, soluzione un po’ più costosa ma davvero carina. Forse viste singolarmente non colpiscono ma garantisco che ambientate fanno un effetto totalmente diverso, magari utilizzando diversi caratteri e sovrapponendo più di una lightbox! Visitate il loro sito, potrete acquistare online oppure a Milano si trovano da UNDUETRESTELLA in via GB Vico, 1.

Marion&ZoeUltima idea, sono le creazioni di Silvia, una mamma di 34 anni che dall’anno scorso, in fase creativa per la decorazione della nuova cameretta del suo bimbo ha pensato di vendere i suoi prodotti handmade con il nome di Nonsolonuvole.

Ogni sua creazione come ho detto è fatta a mano, senza l’aiuto di macchine da cucire in quanto Silvia ci tiene che ogni singolo oggetto sia diverso da quello precedente, e questo conferisce ancora più particolarità ed importanza allo stesso.

Per avere maggiori informazioni sui suoi lavori visitate la sua pagina facebook oltre al sito indicato nel link ed ai suoi negozietti Etsy e A Little Market!

Ammiro davvero queste mamme creative!

nn3

Cosa ne dite? Andiamo a decorare un po’ casa?

 

Foto dai siti dei rispettivi marchi

Design e grafica per i piccoli – Luca Boscardin

Ultimamente mi sono fatta prendere dal mondo delle illustrazioni per i più piccoli. Le trovo così tenere e curate, al contrario di tutti quei personaggi che la televisione ci propina! So di poter decidere solo per qualche anno per il mio bimbo, perchè poi anche io dovrò sottostare a Peppa Pig e alla Pimpa (che si porta bene i suoi oltre 30 anni dato che compravano a me i suoi giornalini).

E’ per il mio nuovo amore per le illustrazioni e per l’interesse di famiglia per grafica (lavoro del mio compagno) e design che vorrei contagiasse già da subito il mio pulcino, che mi sono imbattuta in Luca Boscardin. Bassanese dell’83 che già dalla tesi di laurea usa l’illustrazione ed il colore per costruire una città in carta ed alluminio. Si trasferisce ad Amsterdam ed è proprio qui che inizia a lavorare per Kidsonroof mettendo i giocattoli al centro della sua attenzione e facendone una vera e propria professione che lo ha portato a collaborare con diverse aziende del settore ed a trasformare superfici, incastri, colore e grafica in stupendi oggetti per giocare.

I suoi giochi sono belli per i bambini e forse ancora di più per gli adulti. Acquisterò sicuramente per il mio bimbo i cubi THE TOWN PEOPLE di Arbos ma tra i miei preferiti ci sono anche i BOOK OF ANIMALS di Kidsonroof che trovo educativo anche per chi sta imparando le prime parole ed i nomi degli animali e poi ARCHIVILLE sempre di Kidsonroof e CAVALCADE progetto che darà inizio ad un piccolo brand di giocattoli personale di Luca Boscardin.

Non posso però non citare anche gli stickers di Peridea HOTEL MIRAMARE ed i disegni che ci sono sul sito, di cui mi tappezzerei volentieri la casa!

l

Foto dal sito lucabosca.com

Ispirazioni per la cameretta

Vorrei prendermi tempo per arredare e decorare la mia casa, e così sto facendo. Dopo aver sistemato tutto quello che un trasloco ti lascia sparso in giro ho deciso di fare con calma, per scegliere le soluzioni che più mi piacciono nel tempo.

La cameretta di Alessandro al momento è una stanza giochi perchè il suo letto è ancora nella nostra camera per comodità, sto così cercando qualche ispirazione per arredare al meglio il suo spazio, dopodichè avverrà il trasferimento.

Principalmente la mia idea è quella di lasciare tutto ciò che gli serve a portata di mano, di dargli la possibiltà di secegliere a cosa giocare, di muoversi bene nel suo regno a misura di pulcino.

Così ho iniziato a creare uno spazio dove raccogliere i suoi giochi in un alcune ante di un mobile basso ed in alcune ceste sparse per la camera (e per casa), un bel tappeto, la sua seggiola con un piccolo tavolino, la sua macchina ed il suo carrellino. Non ho dato inoltre una connotazione troppo maschile o femminile, ma ho scelto di stare sul grigio e sui colori pastello in generale.

In ogni caso come sempre Pinterest mi è di grande aiuto e vi mostro alcune foto di quello che mi piacerebbe. Riuscirò a creare un’atmosfera fantastica?

12

Photo source: pinterest