Una cameretta da grandi in tre step

Oggi ritorno a parlarvi di crescita. Vi ho gia raccontato dello spannolinamento, con questo post parlo dell’ evoluzione della cameretta.

Io e il mio compagno abbiamo approfittato di un pò di tempo libero nel weekend e ci siamo messi all’opera per completare quelle piccole modifiche e adattare la cameretta di Alessandro alla sua età.

Abbiamo fatto tutto mentre il piccolo dormiva per fargli una sorpresa al suo risveglio.

Il primo passo è stato togliere un lato delle sbarre del lettino. In previsione di questo cambiamento avevamo acquistato da Ikea il lettino Gulliver, togliendo due viti si possono eliminare le sbarre e montare una barra che contiene il materasso. Abbiamo pensato a questo lettino per non fare troppi cambiamenti di letto e acquistare, solo quando questo sarà piccolo, il suo letto da grande!

02(1)

Secondo passo posizionare il tavolino, arrivato da pochi giorni, dove Alessandro potrà mettersi al lavoro con pennarelli, fogli, colla e sprigionare la sua creatività! Mancano ancora da montare le mensole porta libri.

03(1)

Terzo e ultimo step, molto importante, avendo le camere al piano superiore e una scala senza corrimano abbiamo deciso di montare il cancelletto. Il nostro bimbo è abituato a salire e scendere le scale ma per la notte non ci sentivamo tranquilli avendo la scala aperta.

Il nostro desiderio sarebbe stato infatti che se Alessandro si svegliasse durante la notte (a volte capita) ci avrebbe potuto raggiungere in autonomia nella nostra camera, per questo il cancelletto è stato fondamentale. Come riportano le istruzioni l’età massima di utilizzo sarebbe due anni ma per noi è solo una sicurezza.01(1)

Al suo risveglio dal pisolino pomeridiano Alessandro è stato felicissimo dei cambiamenti (eccolo qui mentre sorride in posa per la foto!)! Ha dormito molto volentieri nel suo nuovo lettino e di tanto in tanto ci raggiunge nel lettone. E’ bellissimo vederlo arrivare tutto scompigliato!

04(1)

Per sicurezza sotto al lettino abbiamo posizionato il materassino sottile del lettino da campeggio.

 

Ispirazioni per il terrazzo

Qualcosa abbiamo già fatto all’inizio della primavera ma in questo weekend sistemeremo finalmente il terrazzo, ora che il bel tempo sembra reggere!

Le piante di agrumi che già abbiamo sono state scoperte, potate e concimate. Dobbiamo ricomprare qualcosa da mettere nelle fioriere e credo che come l’anno scorso opteremo per la lavanda, fiorisce più volte durante l’estate e anche quando è senza fiori la trovo stupenda.

Navigando su Pinterest ho trovato foto carinissime da cui prenderò ispirazione per l’arredo del mio spazio esterno. b1 1 2 Poi si sa, anche con piccoli budget, grazie a negozi come Ikea, si può abbellire il terrazzo con qualcosa di carino a basso prezzo e permettersi di cambiargli spesso il look. Ecco la mia selezione: BakeryPhoto source: Pinterest, Ikea

Un salto da me, home sweet home

Finalmente riesco a scrivere un post sulla casa, arredi, accessori e decorazioni. L’argomento mi piace e interessa molto, quasi da sempre, e lo stesso è per il mio compagno.

E’ ormai trascorso un anno da quando ci siamo trasferiti nella nostra prima casa acquistata e direi che non vorrei mai tornare alla casa in cui ero in affitto. Questa è fatta apposta per noi, seguendo i nostri desideri e lo sentiamo. Abbiamo avuto la bellissima opportunità di scegliere come suddividere gli ambienti e di pensare gli arredi come più li avremmo amati.

Si tratta di un appartamento su due livelli, di cui uno mansardato, dove è localizzata la zona notte.

Soprattutto nella zona giorno abbiamo preferito lasciare tutto il più aperto possibile, volevamo parlare mentre cuicinavamo e giocavamo sul tappeto con nostro figlio, volevamo tanta luce ovunque … e direi che abbiamo relizzato i nostri desideri.

DSC_8550DSC_8541

Per la cucina le parole d’ordine sono spazio per lavorare (amiamo cucinare quando possiamo) e bianco!

DSC_8558DSC_8601

Abbiamo prediletto il colore bianco, per giocare con i colori di stampe e accessori e scelto linee il più possibile pulite. Con qualche trucchetto siamo riusciti a nascondere quello che meno volevamo far vedere come lavatrice e asciugatrice o il corridoio che porta al bagno.

DSC_8570

Untitled design

E dietro la porta nascosta si trovano l’angolo lavanderia e il bagno.

DSC_8628DSC_8621

Saliamo le scale per raggiungere la zona notte.

Abbiamo scelto di dividere questa zona in due camere oltre al bagno, che però non hanno muri di suddivisione ma a separarle è solamente la cambina armadio, questo perchè volevamo lasciare il tetto a vista, senza muri che lo tagliassero.

DSC_8665

La camera di Alessandro, che stiamo ancora ultimando, ospita dal lato opposto anche la scrivania dove spesso lavora papà … e più raramente mamma.

DSC_8645DSC_8650DSC_8657Sia per la zona giorno che per la zona notte abbiamo utilizzato pochissimi arredi Ikea (mentre la casa in affitto era esclusivamente ikea) anche se ovviamente qualcosa non può mancare!

La camera matrimoniale è quella che ospita la cambina armadio ed è quella che ci ha fatto innamorare della vista che si gode da casa.

DSC_8749DSC_8754DSC_8704

E poi arriviamo al bagno, il più utilizzato siccome vicino alle camere.

DSC_8679DSC_8687DSC_8689DSC_8688

Cosa ne dite? Vi è piaciuto fare un giretto in casa mia?

Foto di Luca Bossi

Weekend in 5 foto

Questo weekend è stato uno dei più produttivi dai tempi del trasloco!

Avevamo la nostra camera da decorare e sistemare un po’, quindi sabato mattina sveglia presto (obbligata da Alessandro) e fuori a fare colazione! Brr, che freddo, ormai Alessandro non si separa più dal cappellino della zia Lovemumi!

Abbiamo acquistato un po’ di cose e poi dopo un bellissimo tramonto, di quello che solo il nostro lago ci regala, dopo aver giocato insieme al piccolo di casa e dopo averlo messo a nanna, mamma e papà si sono messi al lavoro! Ed ecco finalmente apparire le mensole! Certo, non abbiamo finito la decorazione della camera, spero di mettervi qualche foto a breve, ma è un inizio.

Domenica invece per Alessandro è stata la prima volta in cui mangiava le castagne, gli sono piaciute!

Riguardando queste foto non avrei molta voglia di ricominciare una settimana lavorativa! … faccio il conto alla rovescia per il prossimo weekend?!

 

IMG_6175IMG_6173IMG_6176IMG_6185IMG_6186

Cammina!

Che emozione, Alessandro cammina!
Il mio piccolo ha compiuto un anno l’ 8 gennaio, vedo dai blog e dalle foto di altre mamme che alcuni bambini ad un anno camminano già ed un po’ invidiavo questi progressi (ma so bene che ogni bambino ha i suoi tempi)! Invece in un paio di giorni, eccolo qui che cammina anche lui.
Vedere quei pochi passettini è stata davvero un’emozione fortissima dopodichè la mia mente ha pensato … si però, quanto cresci in fretta?!

Lo dico sempre, vorrei tornare indietro al giorno stesso in cui è nato e riviverlo tantissime volte, all’infinito. Vorrei ripetere mille volte i primi giorni a casa, le prime passeggiate, le prime carezze ma vedendo questi progressi ho la conferma che ogni momento della vita di un bimbo è bello ed emozionante in egual misura per i genitori!

In ogni caso, tornando sull’argomento, per Natale ad Alessandro abbiamo regalato un carrellino dell’Ikea che favorisce anche i primi passi, fin da subito si è appassionato moltissimo a questo gioco, utilizzandolo come mezzo di trasporto per le sue cianfrusaglie e come aiuto per spostarsi da una parte all’altra di casa. Ogni giorno prendeva sempre più confideza fino ad arrivare a queste prime camminate …chissà se il carrellino è stato un importante aiuto! Non gli è stato comprato per questo scopo, ma era così carino che non potevamo lasciarlo all’Ikea e poi come sapete i prezzi del negozio sono abbastanza contenuti!

foto

Ispirazione salotto

Ultimamente sto un po’ fantasticando a proposito dell’arredamento dei vari ambienti di casa.

Ecco quello che mi piacerebbe per il salotto, o almeno lo stile.

compo_02

Da sinistra verso destra:

SODERHAMN, Ikea _ Divano componibile di cui mi sono subito innamorata. C’è di molti colori, anche più classici di quello che vedete nella foto. Non costra troppo ed è più particolare rispetto al solito divano che appesantisce.

ST902 BOLIVAR, Tom Rossau _ Una lampada in betulla pensata da un designer Danese. Con questa appesa in salotto l’atmosfera si fa subito nordica!

PINE e SPEAR, Ferm Living _ Colorati cuscini di Ferm Living, per portare un tocco grafico ed un po’ di colore.

MATCH, Calligaris _ Nuova serie di tavolini abbinabili tra loro, a me piacciono molto anche singoli.

ELEFANTE, Il Saccotto _ Una tenerissima poltrona sacco per bambini nata dalle menti di due architetti e prodotta interamente in Italia. I materiali sono di prima qualità e provenienti dal mondo degli imbottiti per donare maggiore resistenza. E’ perfetto per Alessandro che ha una passione sfrenata per le poltrone sacco!!!

Stockholm, Maisons du Monde _ Tappeto grigio antracite con morbide trecce in lana e cotone. Perfetto per riscaldare un salotto dai toni minimali.

Stacked, Muuto _ Libreria composta da moduli da configurare in libertà secondo le esigenze, io la adoro, la trovo stupenda e adatta ad ogni ambiente. Sia appoggiata a terra che appesa.

Gli arredi e complementi di cui vi ho parlato sono ovviamente acquistabili nei negozi dei singoli marchi ma colgo l’occasione per parlarvi di un negozietto online che raggruppa un sacco di belle cose, alcune delle quali ho scelto per questa ispirazione salotto.

Parlo di Trend House, un sito presente dal 2007 che ha in vendita veramente moltissimi pezzi di design dallo stile nordico. Io ci vado spesso anche solo per dare un’occhiata. Mi piace lo stile di tutto ciò che vende e dei marchi che tiene.

Ci si può trovare dai mobili all’illuminazione, dalle stampe ai cuscini e non manca neppure l’area dedicata ai più piccoli. Stupendo…

Cambiare casa

Cambiare casa …

Stiamo trascorrendo le ultime due settimane nella casa che ormai ci ospita da 5 anni.

La prima casa, quella che abbiamo tanto sognato e voluto, quella che ci ha permesso di non uscire più tutte le sere per vederci e quella che abbiamo arredato Ikea perchè in affitto. Quella in cui sono arrivati i primi pezzi di design, desiderati e comprati un po’ alla volta.

Quella in cui si capisce quanto c’è da fare quando non si abita più con i genitori, quella che abbiamo amato ed odiato.

Quella delle cene con gli amici, dei capodanno trascorsi al caldo, del primo natale insieme io e te.

Quella in cui abbiamo scoperto di aspettare un bambino e quella dove Alessandro è entrato per la prima volta quando siamo usciti dall’ospedale e siamo diventati una famiglia a tutti gli effetti. Dove ci siamo stretti quando siamo diventati tre e dove non ci sta più nulla.
Ci aspetta una nuova casa, arredata come piace a noi, non più Ikea. L’abbiamo aspettata con ansia e per molto tempo e non riesco a credere che il momento di andarci a vivere sia così vicino. Dove potremo rilassarci guardando il nostro amato lago e dove Alessandro avrà una camera tutta sua.

Anche se l’emozione e la voglia di andare nella nuova casa è forte, il pensiero di lasciare quella vecchia, che ci ha accompagnato nei cambiamenti radicali della nostra vita mi crea molta nostalgia. Se da un lato è iniziato il conto alla rovescia, con la voglia che ogni giorno passi sempre più velocemente, dall’altro vorrei che il tempo non passasse mai per goderci gli ultimi momenti nella nostra prima casa, ormai colma di scatoloni.

foto(2)