Lua & Lee per un’estate profumata

Sapete che quando si tratta di design e grafica inerente ai bambini mi si drizzano le antenne… ed è così che ho scoperto la linea kids del marchio AINEA PERFUMS, ovvero LUA & LEE.

Ainea Perfums è un’azienda spagnola produttrice di profumi, candele, oli essenziali e saponi che ultimamente ha lanciato una linea anche per i più piccoli. Lua & Lee sono due bellissimi gattini che fanno da testimonial a questi ottimi prodotti per il momento acquitabili sul loro shop online ma presto anche in diversi concept store italiani.

02(1)

Tutti i profumi e saponi del marchio vengono prodotti utilizzando materie prime naturali secondo la tradizione mediterranea. Infatti la produzione nasce a Telà un paesino sulle rive del mediterraneo non troppo distante da Barcellona.

Grazie all’azienda ho potuto provare la gamma Lua & Lee e devo dire che ne sono stata felicissima ma soprattutto soddisfatta. Ho ricevuto un comodo kit da viaggio che ci seguirà sicuramente anche al mare e che contiene sapone liquido, crema corpo e acqua di cologna (la preferita di Alessando), a completare il tutto una spugna naturale.

01(1)

I prodotti sono davvero ottimi e il profumo è quello classico da bambini, molto delicato, fresco e piacevole. Assolutamente promossi!

Annunci

Il contenuto della mia borsa fasciatoio Sofo – Baby Bjorn

Qualche tempo fa ho conosciuto l’azienda I.Go Distribution, distributrice per il mercato italiano di prodotti di alta qualità nel campo dell’infanzia, in grado di agevolare la vita quotidiana dei genitori e dei bimbi.

I.Go ha scelto di collaborare con aziende leader europee che producono e investono tutte le loro risorse economiche nella ricerca e nello sviluppo di un singolo articolo in uno specifico settore merceologico. Tra queste aziende anche la Baby Bjorn di cui tramite I.Go ho avuto occasione di testare la nuova borsa fasciatoio Sofo.

Conoscevo già l’azienda Baby Bjorn perchè è una tra le più conosciute quando si parla di bimbi. Quando ancora Alessandro non era nato e stavo preparando tutto per il suo arrivo sentivo spesso parlare di questo marchio da amici e nei vari negozi specializzati. Ho avuto modo nel corso della vita di Alessandro di provare diversi articoli e ne sono sempre rimasta soddisfatta per qualità e design semplice come piace a me.

Ma torniamo alla borsa fasciatoio Sofo.

Ora Alessandro ha due anni e mezzo e da parecchio tempo ho ormai abbandonato la borsa acquistata in corredo con il passeggino in quanto non è più necessario portarsi sempre via moltissime cose quando si esce.

Ormai riesce a stare anche senza pannolino, abbiamo appena iniziato lo spannolinamento e stiamo avendo successo.

Ci sono alcuni casi però in cui è davvero necessario avere una borsa che contenga le sue cose e le caratteristiche fondamentali per me sono comodità, estetica non troppo infantile e comfort nel portarla.

Queste tre caratteristiche le ho ritrovate nella borsa Sofo. All’interno, sebbene abbia diverse tasche dove riporre le varie cose necessarie, non risulta troppo divisa, ha un ampio spazio centrale dove mettere per esempio un cambio o qualcosa di ingombrante, due tasche laterali interne porta biberon o bottiglietta, un’altra tasca che io ho utilizzato come porta pannolini di scorta e uno scompartimento dove è inserito un fasciatoio comodissimo per il cambio e in dotazione con la borsa.

DSC_9958

Altra cosa che mi è molto piaciuta è che è possibile portarla a tracolla, sulla spalla oppure come zainetto (fa sempre comodo avere le mani libere con un bambino da accudire).

DSC_9952

DSC_9957

Ho voluto fotografare il contenuto della borsa in due occasioni in particolare, un pomeriggio fuori casa e una giornata al mare per mostrarvi quello che io porto con me e che più mi è utile.

DSC_9934

DSC_9941

DSC_9940

Per il pomeriggio fuori casa abbiamo portato: Bottiglietta in alluminio Sebra, porta snack Boon, uno snack in caso di attacchi di fame, cappellino e occhiali H&M, porta ciuccio con ciuccio di scorta Chicco, salviettine pulisci ciuccio, cambio completo, pannolino in caso di emergenza, salviettine Fria e fazzoletti di Masha e Orso.

Essendo la borsa davvero spaziosa per il pomeriggio fuori casa sono riuscita ad infilarci anche i miei effetti personali e mi è venuta voglia di utilizzarla tutti i giorni!

DSC_9943

DSC_9949

DSC_9944

Ecco invece il contenuto per la giornata al mare: porta snack rotondo Boon, fazzoletti Masha e Orso, cappello – occhiali e mutandine H&M, porta ciuccio con ciuccio di scorta Chicco, protezione solare SPF 50 L’amande, acqua rinfrescante Mustela, infradito Havaianas, braccioli Minions, costume di cambio H&M, salviettien Fria, telo mare Ikea, mussola Aden&Anais.

Unica pecca che posso sottolineare di questa borsa è che è sprovvista dei ganci universali per attaccarla ai diversi passeggini. Non potendo attaccarla al nostro con la tracolla purtroppo questo particolare del gancio mi è mancato perchè sarebbe una comodità in più. In ogni caso in commercio vendono ganci universali di ogni prezzo e quindi il problema è facilmente risolvibile.

DSC_9955

 

Post sponsorizzato da I. Go Distribution

Foto Luca Bossi

Da mamma a figlia, #mumsbeautifulwords

Questa è la settimana della festa della mamma e quale momento migliore per parlare di bellezza?

IMG_8358

Noi donne ci teniamo molto a mantenerci in forma, a curare la nostra pelle e a mantenerci al meglio con il passare degli anni. E in quante chiediamo consigli e pareri in merito alle nostre mamme?

A proposito di questo, Olaz (brand n. 1 al mondo per la cura del viso femminile) ha commissionato uno studio dal nome “The beauty of Mothers’ Words” volto ad analizzare e celebrare il rapporto mamma/figlia.

I risultati hanno dimostrato che due terzi delle figlie di tutto il mondo considerano la propria madre come fonte di consigli di bellezza, ma con alcune differenze tra nazione e nazione. Più della metà delle donne inglesi e tedesche infatti dichiara di non fare riferimento alla propria madre per avere consigli di bellezza mentre per esempio le donne indiane lo fanno nel 49% dei casi.

E noi italiane? Il 71% delle donne italiane dichiara di ricevere consigli di bellezza dalla propria madre, i più diffusi sono: non andare a dormire col trucco (50%) e dedica sempre le giuste ore al sonno (43%).

Io credo che anche se non chiesti, o detti esplicitamente noi figlie impariamo molto dalle nostre madri per quanto riguarda la cura della persona e la bellezza. Le madri tramandano la loro passione per make up e cosmetici e i loro piccoli trucchetti.

Le cose fondamentali che ho imparato da mia madre sono molto semplici e veloci da mettere in pratica anche quando il tempo scarseggia o si è molto stanche:

1- Andare a letto con il viso pulito, anche se non ci si era truccate, detergere il viso aiuta a togliere lo sporco che si accumula in una normalissima giornata, come anche l’inquinamento per esempio.

2- Utilizzare sempre una crema, anche se non con proprietà specifiche, basta una crema idratante per donare alla pelle un aspetto sano.

Queste sono due regole che seguo sempre, non le dimentico mai, e saranno le stesse che trasmetterò alle mie figlie (se mai ne avrò).

IMG_8352

Quali sono invece i consigli di bellezza che le vostre madri vi hanno dato? Condivideteli su Instagram con l’hashtag #mumsbeautifulwords!

IMG_8357

Post in collaborazione con Olaz

Attività per bimbi influenzati!

Eccomi tornata all’aria aperta dopo un weekend praticamente chiusi in casa con Alessandro influenzato.

Ovviamente tutto comincia venerdì sera ed ecco che ci troviamo a passare sabato e domenica a casa con il piccolo con la febbre, tosse e raffreddore ed attaccato alla mamma (in particolar modo ai suoi capelli) come una cozza.

Allora che fare? Siamo abituati a stare molto fuori casa quindi dobbiamo inventarci qualche attività per trascorrere le giornate!

1) Fare dei lavoretti natalizi da regalare ai nonni! E allora ci armiamo di colla, cartoncini, batuffoli di cotone idrofilo e decoriamo un bel foglio. Passiamo qualche minuto, ci divertiamo e prepariamo qualcosa da regalare!

2) Utilizzando una tovaglia in carta bianca copriamo il pavimento della stanza e ci disegnamo sopra con i pennarelli, ci divertiamo tutti, bimbo e genitori!

3) Vediamo nell’armadio le stelle filanti di carnevale!!! Mentre la mamma esce a fare la spesa il papi le soffia ed Ale corre contento trascinandole per casa.

4) Cuciniamo i biscotti? Ecco uscire dalla cucina uova, farina, mattarello e formine e ci prepariamo dei dolcetti per la merenda!

5) L’albero non ci basta come addobbo Natalizio! Mentre il papi esce per delle commissioni noi ci divertiamo a fare una ghirlanda con renne e cuoricini da appendere in casa.

6) Ci riposiamo tutti sotto le coperte del lettone guardandoci un bel cartone natalizio.

7) Eccole li, nell’armadio alcune foto! Mamma e papà qualche anno fa, la panciona della mamma con dentro un bimbo e Alessandro appena nato! Quante emozioni!

8) Giochiamo, giochiamo e ancora giochiamo! Macchinine, piste e rampe di lego, didò e chi più ne ha più ne metta…

E finalmenete domenica sera cuciniamo una bella pizza da mangiare con i nonni. Che bello avere qualche ospite a casa.

E’ stato un duro weekend al chiuso mentre nella mia mente mi immaginavo alberi e luci di Natale al buio cariche di atmosfera ma devo dire la verità, ci siamo proprio divertiti!

 

IMG_6503IMG_6356IMG_6689 IMG_6688

X Kids Temporary Store

Oggi volevo segnalarvi un temporary store che aprirà a Roma dal 19 al 21 dicembre 2014 in un bellissimo spazio in zona Testaccio.

Voglio parlarvene, anche se non potrò andare a curiosare data la distanza, perchè è un progetto che mi piace molto in quanto coinvolge bambini, mamme e tratta principalmente di design.

Questo temporary store ospiterà diverse categorie di oggetti, dall’abbigliamento ai giocattoli, dai tessili agli arredi, dal cibo alle illustrazioni ma anche dei family planning… guardate le foto, è tutto stupendo!

X Kids vuole con questo shop valorizzare l’imprenditoria femminile, di quelle mamme che si sono messe in gioco per creare prodotti innovativi e sicuri per i piccoli. E’ l’occasione ideale per i marchi di incontrare persone interessate alla qualità comfort e sostenibilità e che amino il concetto dello sharing inteso come condivisione di spazi ma soprattutto di idee.

Inoltre grazie alla collaborazione con Eataly Roma ci sarà l’opportunità per i vostri piccoli di partecipare a laboratori di cucina.

Gli organizzatori sono IL MONDO DI EVE e LAGRAMA produttori di arredamento e complementi per i piccoli, l’elenco degli espositori e molte altre informazioni sullo shop li trovate sul loro blog e sulla pagina facebook.

X KIDS TEMPORARY STORE

presso Atelier Morbiducci – Testaccio

Via Bodoni, 83 – ROMA

COP

1 2

Outfit of the day, mamma e bimbo

Oggi dopo tanto tempo torno con un outfit, vi parlo proprio di quello che indossiamo io e Alessandro oggi!

Finalmente qui c’è una giornata di tregua dalla pioggia e quindi questa volta mi posso permettere di abbandonare i miei stivali da pioggia Hunter (con cui mi trovo comodissima) a favore di un paio di biker boots.

Ecco qui i due look, cominciamo da me. Raramente mi capita ma oggi è tutto H&M!

03(1)04(1)1-Gonna corta e svasata con pinces in vita, vita alta 2- Maglietta basic nera 3- Collana bigiotteria con fiori avorio (ora al 50% sul sito H&M)

Nella foto vedete anche un libro sugli anni ’60 perchè questo look un po’ mi ricorda il periodo. Ovviamente indosserò anche un cardigan basic, a girocollo con i bottoni sul davanti, molto semplice.

Alessandro invece questa mattina è un po’ più rock!

02(1)01(1)1- Maglietta basic con taschino 2- Maglione teschio 3- Leggings con toppe sulle ginocchia teschio e ossa

Come vedete è tutto Zara, ultimamente mi trovo molto bene con loro, ordino online e in pochi giorni il pacchetto arriva a casa. Mi capita di frequentare anche il negozio ma fare shopping con Alessandro non è sempre così facile!

Trovo inoltre che questo tipo di look per lui sia comodo e caldo, può giocare e muoversi in tutta libertà!

La mamma perfetta

La maternità e l’essere mamma ti aprono un mondo segreto di cui nessuno conosce l’esistenza finchè non si diventa mamme.

Oltre a negozi, accessori strani e cosmesi ci sono davvero moltissimi gruppi online e su facebook in cui condividere esperienze con altre mamme, chiedere consigli e sfogarsi. Trovo che sia una cosa davvero bella, è un’occasione per imparare e per confrontarsi.

Facedo parte di alcuni di questi gruppi però mi accorgo che il fenomeno delle supermamme è più presente che mai. Chi si impone certa che quello che fa e dice sia un credo innegabile di cui tutte dovrebbeo far parte. E’ bello vedere come possono essere diversi gli stili di vita anche facendo parte della stessa nazione ma credo che ogni mamma sia libera di scegliere il meglio per i propri figli senza essere giudicata.

Si, da quando è nato Alessandro la cosa più importante che ho imparato è che una mamma non dev’essere giudicata. Va bene raccontare la propria esperienza, se chi c’è dall’altra parte è interessato ad ascoltare ma ci si ferma lì.

Io credo di essere una brava mamma per mio figlio, non ho dubbi.

Ultimamente sembra che i bambini non debbano essere vaccinati, non debbano bere latte vaccino, mangiare yogurt, guardare la tele o …sacrilegio, mangiare carne.

Mio figlio di 21 mesi mangia carne di tanto in tanto come i suoi genitori, beve latte vaccino ed è stato vaccinato.

Io per lui uso il sacco nanna, nel weekend la mattina stiamo tutti nel lettone a guardare la tele e agli occhi di Alessandro la Peppa è quello che per me era Leonardo di Caprio di quando avevo 14 anni.

Il mio mostriciattolo sa sfogliare le foto sul cellulare e ogni tanto, quando fa i capricci per restare nel seggiolino in auto (essendo una cosa fondamentale) lo tranquillizziamo facendogli vedere i video che gli abbiamo fatto con il nostro telefono. Ho anche un’applicazione con gli animali della fattoria e lui la adora.

Sono una mamma degenere? Io proprio non lo penso. Mi sento di dare tutto quello che secondo me mio figlio necessita. Tanto amore in primis, contatto, il lettone quando non vuole stare nella sua cameretta, le passeggiate al parco e ai giardinetti, i giri in bicicletta. Facciamo le torte tutti insieme e poi ce le mangiamo a colazione, costruiamo mega strutture con i lego e leggiamo tanti libri. Cambiamo i pannolini ai pupazzi e gli diamo il latte, quando sono malati gli facciamo anche l’areosol!

Non sono una super mamma, mi arrangio e imparo mentre Alessandro cresce, ma con un po’ di modestia spero di essere la mamma migliore per lui.

IMG_5895