Weekend in 5 foto

Eccomi ritornata con le foto del weekend. Piovoso come sta succedendo da un po’!

Dato il clima ovviamente si tende a stare più in casa e al chiuso e quindi noi questo sabato abbiamo approfittato per fare i primi acquisti per Natale, abbiamo preso qualche giochino per Alessandro da parte di Babbo Natale ovviamente! Continueremo poi il nostro shopping online. Ogni anno in famiglia ci affidiamo sempre più a quel canale. Io odio andare ad acquistare regali poco tempo prima di Natale e con un sacco di gente che ti permette a malapena di guardare quello che compri.

Domenica invece abbiamo ripulito il garage che era ancora un po’ intasato dagli scatoloni del trasloco (evito le foto) ed abbiamo terminato la giornata con una cena con i nonni, nella quale Alessandro si è cimentato prima come meccanico e poi come dinosauro!

Anche se è presto, quest’anno più che mai, non vedo l’ora che arrivi il Natale per le emozioni che ci regalerà Alessandro nello spacchettare i regali!

IMG_6401IMG_6408IMG_6412IMG_6406IMG_6405

 

Annunci

I nonni, un tesoro inestimabile

I nonni si, sono un tesoro inestimabile, almeno per me.

Sono fortunata lo so, da quando ancora aspettavo Alessandro ho sempre saputo che mia mamma se ne sarebbe presa cura quando sarei tornata al lavoro, perchè lo voleva e perchè per lei Alessandro, primo nipote, è la cosa più bella della giornata (riporto parole sue!).

Certo che il ruolo dei nonni si è evoluto in questo ultimo decennio… cambio imposto anche dal fatto che la donna (e mamma) nella maggior parte dei casi necessita di lavorare.

Quando ero piccola non ho trascorso molto tempo con i nonni, questo perchè mia mamma non lavorava e quindi io e mia sorella potevamo stare con lei e, devo dire la verità, … non amavamo molto trascorrere del tempo da sole con le nonne.

Oggi invece no, dopo la pensione i nonni hanno un secondo lavoro…(aimè per loro non retribuito) fare i nonni. E non solo le donne, anche gli uomini! Quelli che magari con i loro figli non sono nemmeno riusciti ad essere presenti per motivi lavorativi, quelli che ai loro figli non hanno mai cambiato il pannolino e non ci hanno nemmeno giocato…ecco quei padri diventano nonni di professione e sotto tutti gli aspetti!

Ovviamente sono contro lo sfruttamento dei nonni, perchè alcuni di quelli con cui mi è capitato di parlare si dicono stanchi, se mia mamma mi dicesse che non ha più del tempo libero da quando c’è Alessandro non dubiterei a mandarlo per qualche ora in un punto giochi o all’asilo nido, ma finchè si può non mi sento in colpa, ma semplicemente fortunata.

Certo, alcune volte penso che mi piacerebbe potermi prendere cura di mio figlio per tutta la giornata, fare lunghe passeggiate in riva al lago e portarlo al supermercato, a fare acquisti, certe mattine non vorrei proprio lasciarlo ma devo confessare che il lavoro è anche un modo per staccare dal ruolo di mamma che in alcuni momenti è altamente stressante per me.

Quindi … grazie nonna.

 

Nella foto qui sotto vedete Alessandro di 1 giorno tra le braccia della bisnonna.

foto(2)