Scambiare libri, scambiare sogni

Ritorno, dopo 4 giorni di reclusione casalinga e respirare l’aria fuori casa non mi è mai sembrato cosi bello. Maledetta influenza.

Ritorno con una cosa davvero carina, che mi è piaciuta molto e a cui ho subito accettato di partecipare. So che ormai sta girando nel web e avrei voluto arrivare prima.

Sto parlando di uno scambio di libri per bambini. Chi vuole partecipare con me?

Ecco come funziona:

Cerco 6 mamme che vogliano partecipare con me: lo scambio consisite nell’inviare 1 libro a un bambino e il vostro bimbo ne riceverà 36. Lo trovo fantastico. Secondo me è bellissimo ricevere libri che altre mamme hanno scelto per il nostro piccolo. Chi vuole partecipare? Non conta l’età del vostro bimbo, non vi preoccupate, riceverà libri adatti a lui! Conta il crederci e l’essere corrette. Se volete partecipare scrivetemi nei commenti e vi spiegherò tutte le regole in privato.

Io partecipo perchè amo i libri, Alessandro li ama, ne leggiamo tantissimi e non ci stanchiamo mai!

Tempo fa scrissi un post su i suoi preferiti, lo trovqte qui, ma mi rendo conto che è arrivato il momento di aggiornarlo e lo farò presto!

Partecipate?

 

12122769_10206700578506023_3726419327410021429_n

Grazie a mammamatta per l’immagine!

 

Le cose che piacciono ad Ale, 28 mesi

Ritorno con un articolo che ho già scritto sul blog, ma le cose cambiano così velocemente che oggi vi parlaro nuovamente di quello che piace ad Alessandro, 28 mesi.

I bimbi crescono in fretta, si sa, questa evoluzione la ritrovo tutta nei suoi comportamenti, è così dolce e divertente osservarlo nei suoi cambiamenti! Quindi ecco quello che gli piace, ora!

– Mettere stivali per la pioggia e prendere il suo ombrellino per uscire … sia quando piove che quando c’è il sole;

– Aiutare la nonna a pulire il giardino e bagnare le piante;

– Prendere i sassi del giardino, facendo grossi buchi nel terreno (ovviamente appena dopo che la nonna ha sistemato), per trasferirli nella sua carriola;

– Svuotare il panini della mollica interna e ridurli a una simil borsetta;

– Bere con la cannuccia;

– Trasferire l’acqua da un contenitore all’altro con rovesciata finale sul tavolo e per terra;

– Andare in riva al mare e chiamare: “ONDAAAA!”;

– Mangiare pizza (altrimenti non sarebbe figlio dei suoi genitori);

– Andare a vedere i cavalli al maneggio la domenica mattina con il nonno;

– Rifare il letto con la mamma e passare lo swiffer;

– Leccare il gelato;

– Giudare la macchina (per finta!).

IMG_8649